620*80    VUOI QUESTO SPAZIO?

VACANZE: RIENTRO TRAUMATICO?

RIENTRO TRAUMATICO?

Seguo un piccolo rituale pochi giorni prima di riprendere a lavorare: infilarmi l’orologio al polso. Così come d’estate mi piace liberarlo dall’inghippo di questo splendido accessorio, a rafforzare l’idea di non avere orari da rispettare, il rimetterlo prima di tornare in ufficio mi aiuta a rientrare nell’ottica di una giornata scandita da appuntamenti, pause caffè, allenamenti in palestra e chi più ne ha più ne metta. Ma questo tanto temuto rientro dalle vacanze, può vantarsi di avere degli aspetti positivi o è solo fonte di stress? Se da un lato alcuni studi rilevano un miglioramento delle performance sul lungo periodo di quasi il 10% per 10 ore off e vedono nelle vacanze una fonte di creatività e ispirazione, dall’altro lato i gufi sono sempre dietro l’angolo. Si parla infatti di “sindrome da rientro” (vi prego di non considerarla una vera patologia!) che secondo uno studio condotto nel 2013 colpisce 6 milioni degli italiani lavoratori.

Se vi sentite eccessivamente spossati e stanchi, magari perché non riuscite più a lasciarvi cullare dal sonno vacanziero, ansiosi e nervosi, forse ne siete affetti anche voi. Nulla di cui preoccuparsi! Se non l’avete fatto prima delle vacanze, pianificate la vostra to do list per affrontare al meglio la vostra prima giornata di rientro!

 

[leggi tutti gli Articoli]

Camilla Tombetti - Psicologa

Camilla Tombetti

camillatombetti@gmail.com

 

 

Leave a Reply