realprosecco.it

SputtanBook



Herman Van  Rompuy

Questo tizio dall'aspetto quantomeno buffo rappresenta 500 milioni di persone, in qualità di presidente del Consiglio europeo. Il Parlamentare inglese Nigel Farage (le cui previsioni riportate in ogni assemblea a cui partecipa, incluso il parlamento europeo, si stanno avverando con una precisione degna di premio Nobel) lo ha definito così  pubblicamente e direttamente "Hai il carisma di uno straccio bagnato".

Più seriamente, lo ha sfidato con queste domande senza ottenere risposta: "Chi sei, chi ha mai sentito parlare di te, chi ti ha mai eletto" ed ha così accusato l'intero vertice europeo:  "siete assassini della democrazia, siete i responsabili di un disastro economico e sociale di proporzioni Bibliche". 

 


 

Mario Draghi.  Cossiga dichiarò in TV: E' un vile affarista. Socio Goldman sachs, liquidatore dell'industri pubblica italiana, svenduta durante la famosa crociera del Britannia. Come pres. del Consiglio svenderebbe tutto il resto ai suoi comparucci della Goldman Sachs.

 

 

 

 


 

Giannino. Oscar, alle marachelle smentite perfino dal mago Zurlì. Massimo una tiratina di orecchie come punizione, non troppo forte. Ma incandidabile, dai,  look, lauree e masters "pretaporter"… Dilettante allo sbaraglio.

 

 


 

 Mario Monti  Membro Permanente del Comitato Direttivo del Club Bilderberg (fondatore: David Rockefeller, speculatori finanziari) già Presidente del think thank Bruegel (speculatori finanziari) già  Presidente Europeo della Commissione Trilaterale (fondatore: David Rockefeller, speculatori finanziari) Consulente della Goldman Sachs (banca ebraico-statunitense, che finanziariamente è semplicemente proprietaria del nostro Paese… e non solo.) Membro del board di Moody's "Proprio la società di rating che ha declassato l’Italia, aumentando la sfiducia dei mercati nel nostro paese e acuendo gli effetti della crisi. Moody assegnava tripla A a Parmalat… Incarichi in evidente conflitto di interessi con la presidenza di qualsiasi Consiglio e carica di Stato. Aplomb ed  english style degni del miglior Sir Biss. "Non mi candiderò".  Si è fatto eleggere Senatore a vita e poi si è candidato come premier: bugiardo.  In confronto Berlusconi è un principiante.

 


Degni compari di Monti: Fini & Casini, il gatto e il gatto. Fini del Fli, Prima ha tradito e svenduto origini, idee e partito al PDL, poi ha tradito il PDL, ora  tradisce se stesso per sopravvivere  con Casini al 2-3%. Chi lo ricambierà per primo nel suo intorno?

 

 

 

 

 

 


 

 

 Casini incontra Monti: il ddl stabilità deve essere più equo.

 Casini… Democristiano Vatican Style. Se gli chiedi che ora è, ti risponde che non è questione di orario, ma di altra cosa che vuol dirti lui.

 

 

 

 

 


Non molto da dire, comunista militante fin da ragazzo, potrebbe perfino essere una degna persona in buona fede, finirà probabilmente per fare il Presidente del Consiglio  nel 2013. O salva gli italiani e fotte l'Europa delle banche, che subito lo rifotterà, o "salva" l'Italia come Monti, al solito stile di sinistra, giù tasse a nastro ma privilegi alle red Coop e dintorni, e fotte gli italiani, che se lo fotteranno a metà mandato. Oppure fotte il "politburò" del suo stesso partito, i vecchi comunisti e democristiani di sinistra, che lo bruceranno vivo. Scacco matto, Pierluigi, mi dispiace.

 

 


Mi consenta, Op Op oplà Silvio style. Qui in Veneto diremmo: "el zsè matto par a figa…"  (trad. apprezza il gentil sesso) segue un sorriso scuotendo la testa. Che vuoi dire di un vecchio venditore piazzista che sa sostenere in ambito internazionale che "siccome in Italia un quarto dell'economia è sommerso, allora il rapporto debito PIL va rivisto, eh. Eh!". E anche: "l'azienda Italia fattura 8000 miliardi, 2000 di debito sono una cazzata: siamo la seconda potenza economica europea".   Quasi quasi mi convinco pure io. … ci vuole un coraggio e un muso tosto che… solo lui, nessun altro.

 

 

 

 


in progress

 

Leave a Reply