realprosecco.it

Piani tattici di islamizzazione

IS, gli obbiettivi espansionisti dello Stato Islamico entro il 2020. L’Italia non sembra essere nel mirino, la Spagna invece si.

Dopo diversi pur timidi approcci di lettura del Corano, astato-islamico-califfato-obiettivi-jihadmmetto la mia totale difficoltà a comprendere come tali sacre scritture possano produrre certi fatti di cronaca recente.  Non ci arrivo, nelle parole del Profeta Maometto trovo solo passi di totale dolcezza, rispetto, buonsenso, altruismo, fratellanza, tolleranza, amore per ogni essere vivente.

A meno che non si interpreti radicalmente la prevista possibilità di un musulmano di potersi opporre con ogni mezzo alle aggressioni religiose.

Ma se Dio è uno, Maometto è il suo Profeta attraverso l’Arcangelo Gabriele (almeno così credo di aver capito), Gesù e Maria sono riconosciuti… ed esistono nel Corano molte assonanze con i testi  del Vangelo, testi a me un po’ meno ignoti rispetto al Corano…

Azzardo ipotesi.

L’occidente “cristiano giudaico” ha veramente aggredito e aggredisce  in ogni modo il mondo musulmano, tanto da scatenare un odio religioso irrefrenabile?

Oppure, nel Corano vi è una occulta spinta ad islamizzare le altre religioni ritenute sbagliate (io però non l’ho trovata) tanto da rendere i fedeli all’Islam soggetti obbligati ad integrare ed incapaci ed indisponibili ad integrarsi con ogni altro punto di vista diverso, ad esempio laico?  Non credo di offendere qualcuno affermando che personalmente non intendo convertirmi ed osservare e praticare le rigide regole islamiche.

Oppure, caso storicamente molto frequente in ogni versante, qualcuno sfrutta le religioni per biechi scopi politici e di potere?

Il cerchio da quadrare, per me, è riconoscere il massimo rispetto ai fedeli islamici, usi e costumi inclusi, purchè ciò sia nettamente reciproco.

Non trovo giusto rinunciare a nessuna mia abitudine, uso, costume e preferenza se non per scelta personale e mai per costrizione, tanto meno religiosa, o mi vedrei legittimato a reagire con forza pari o superiore a tale aggressione. Proprio come previsto anche nel Corano, ed evidentemente praticato da una certa parte di Islam, come mi sembra di capire.

Rispetto massimo per chi si neghi certe carni, gli alcolici, si assoggetti lieto e convinto ad ogni forma di preghiera, osservanza, vestiario ed altro, purchè ciò non violi norme a me consuete e purchè ancor meno si azzardi ad impormene altre a me sgradite, specialmente per motivi religiosi.

Non vedo quindi alcuna possibilità di integrare posizioni radicali negli stessi territori: qualcuno sta favorendo inevitabilmente la guerra, per l’ennesima volta.

Leave a Reply