realprosecco.it

Outing: sono un razzista convinto

Lo ammetto, discrimino varie razze, sono un razzista convinto. Non sopporto la razza dei furbi bugiardi e dei truffatori, di chi premedita vantaggio creando danno, degli asserviti per interesse personale; fosse per me andrebbero emarginati in un ghetto, lasciati a trattarsi tra loro, tra quelli della loro razza.

E non è tutto, sono proprio un razzista senza rimedio: non sopporto neanche i razzisti a rovescio. Chi sono i razzisti a rovescio? Sono maschi, femmine e omosessuali adulti che invocano privilegi per ciò che sono per natura. Non c'è alcun merito ne' orgoglio per essere nato maschio, femmina o gay, semmai meriti e colpe dipendono solo dal comportamento di chiunque. Ma è solo l'opinione di un razzista, poco vale, non fa testo, fate come vi pare. 

Chi poi invoca pene più aspre per delitti commessi verso il suo sesso o la propria tendenza o religione fa parte di una razza che io, razzista convinto, discrimino senza più alcun pudore. Perchè non mi interessa di che sesso o colore sia un delinquente, non mi interessa che l'omicidio di un gay sia più grave dell'omicidio di una femmina o di un pompiere. Mi interessa solo che la giustizia li raggiunga e li punisca tutti e tutte le volte che accade. L'assassino di un maschio è forse meno colpevole dell'assassino di un gay o di una femmina? Se pretendi questo sei razzista quasi quanto me, al rovescio.

Le ultime prove schiaccianti del mio razzismo convinto? Ho disprezzo per la brutta razza che maltratta inutilmente gli animali e vorrei che fosse lecito, anzi encomiabile, poter trattare a piacere con il cric o la mazza da baseball la razza marcia di chi abusa dei bambini. Infine, lo ammetto, non apprezzo molto neanche la razza di chi non sia ancora razzista convinto quanto me.

E tu, sei razzista o no?

 

 

 

Leave a Reply