realprosecco.it

Come fare un buon caffè in casa con la moka

Come fare un buon caffè in casa con la moka



01

Per preparare un buon caffe’ in casa con la moka e’ necessario possedere i seguenti sofisticati strumenti: una macchinetta da caffe’,del buon caffe’, dell’acqua di fonte ed una tazzina da caffe’ …



02
La caffettiera di tipo “moka” e’ composta da tre parti fondamentali: la caldaia, la cui funzione e’ quella di accogliere l’acqua ; il filtro, nel quale deve essere posto il caffe’; la vasca di raccolta, nella quale il caffe’ che fuoriesce si raccoglie. La macchinetta deve essere trattata con cura. A questo proposito si consiglia di approfondire più avanti nei “Consigli utili”.



03

Si raccomanda di porre molta attenzione nella scelta del caffe’.

Se volete risparmiare sulla miscela, vi consigliamo di comprare quello solubile (tanto e’ cattivo uguale!)

se avete intenzione di fare un caffe’ lungo, vi consigliamo di non farlo.

Compratelo pure macinato, ma sarebbe preferibile in chicchi se avete il necessario per macinarlo.



04

Fattore molto importante
nella buona riuscita del caffe’ e’ l’acqua.

Questa dovra’ essere sufficientemente pura da garantire il naturale sapore della pregiata bevanda.

Si consiglia l’utilizzo di acqua di fonte o in sua assenza di una minerale naturale.

 



05Tipicamente il caffe’ viene servito in …tazzina. Questa racchiude funzionalita’ ed estetica;
inoltre se preventivamente riscaldata permette di eliminare dispersioni termiche del prezioso percolato

 



06

Versare l’acqua di fonte all’interno della caldaia, fino a che non abbia raggiunto un livello di poco inferiore a quello della valvola.

Ripetesi: di poco inferiore al livello della valvola.

 



07


Posizionare il filtro dentro la caldaia con movimento elegante e delicato.

Riempire il filtro e sistemare adeguatamente il caffe’ col bordo del cucchiaino.

Non pressare mai il caffe’ col cucchiaio, ma seguire le istruzioni fornite a seguito.



08

ATTENZIONE: causa le difficolta’ oggettive connesse si raccomanda di far eseguire questa operazione esclusivamente a operatori esperti e qualificati.



09


Sistemare il caffe’ col bordo del cucchiaino, fino ad ottenere una leggera cupola.



10

Questa permettera’ di ottenere la giusta pressatura del caffe’ e la perfetta aderenza dello stesso al filtro superiore dopo l’avvitamento della vasca di raccolta.

Serrare saldamente la macchinetta in modo da evitare fuoriuscite di vapore e di acqua durante la sua ascensione nell’anima.

 



1112Accendere la fiamma e posizionare il pomello di regolazione del gas in prossimità dell’erogazione minima. Questo permette di arrivare ad una bollitura regolare e ad un passaggio lento ed uniforme dell’acqua attraverso il caffe’.

Attendere che il caffe’ fuoriesca producendo la tipica schiumata, il classico gorgoglìo finale e l’incomparabile aroma.

Spegnere il caffe’ subito dopo la schiumata per evitare sgradevoli sentori di bruciato.

13

Girare il caffe’ prima di degustarlo, in modo da omogeneizzare quello piu’ denso uscito per primo con quello piu’ leggero che esce alla fine.

Se questa operazione e’ poco importante in una macchinetta da uno, si rivela fondamentale per macchinette di maggior capienza.

 



14Versare il caffe’ all’interno della tazzina precedentemente preparata. Meglio se riscaldata.

Degustare voluttuosamente a brevi sorsi la meravigliosa bevanda preparata.

Il carattere amaro assunto dal caffe’ e’ tipico di questa modalità di preparazione.

 



15Per gustare al meglio il prodotto si consiglia caldamente di non usare zucchero.

Tuttavia, visto il naturale gusto amaro del caffe’ prodotto con la “moka”, chi lo desidera puo’ aggiungere zucchero a piacimento. (…)



15MODALITA’ AVANZATA DI UTILIZZO DELLO ZUCCHERO: permette di ottenere una ricca schiuma sopra il caffe’.

Per prima cosa approntare un bicchierino con lo zucchero necessario a soddisfare gli astanti.



18

Prendere le prime gocce di caffe’ che escono dalla caffettiera e versarle nello zucchero.

E’ necessario versare solo le prime gocce, che sono le piu’ dense.

 



19


Versa le prime gocce nello zucchero assicurandosi di lasciare un composto a prevalenza zuccherina in cui il caffe’ rappresenti la minima parte.



21

Girare energicamente con l’aiuto di un cucchiaino fino a quando non si ottiene un composto cremoso molto denso, saturo di zucchero e di colore marrone chiaro.

Il composto ottenuto dovrebbe avere questo aspetto e questa consistenza.

Mettere la creminina in tazza e versare il caffe’.

Si ottiene cosi’ una ricca e commovente crema superficiale.

 



23Si consiglia caldamente di fumare una sigaretta dopo l’assunzione del caffe’.ATTENZIONE agli effetti collaterali.

Si ricorda comunque che questo religioso rito “NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE” (Art. 46 L.29/12/1990 n. 428)



24

La macchinetta deve essere sciacquata esclusivamente con acqua e messa ad asciugare.

Non lavare mai con sapone.

 



25

Per assicurare al caffe’ un aroma persistente se ne consiglia la conservazione in frigorifero, previa adeguata ermetizzazione.Tutti i consigli qui riportati non hanno alcun valore se avete acquistato un caffè che fa schifo: ultima perla di saggezza, procuratevi qui una miscela adatta di
Caffè tostati a legna di faggio!

 


 

 

 

2 comments to Come fare un buon caffè in casa con la moka

Leave a Reply