FacebookTwitterLinkedInWhatsAppGoogle+

 LA CHAT!

OptionWeb - option 3 120 600
OptionWeb - option5 120 600
OptionWeb - option6 120 600
OptionWeb - option6 120 600
OptionWeb - option 120 300
OptionWeb
- optiion 3 120 600
OptionWeb - option 2 120 600
OptionWeb - option 120 600
OptionWeb
- option4 120 600

Acidificare = Acidosi = malattia, alcalinizzare = pulizia = salute.


 Guadagnare


L’importanza dell’equilibrio acido-basico è fondamentale per la salute dell’organismo, per 2 motivi principali:

1) l’organismo per ridurre l’eccesso di acidità utilizza le ossa per ricavarne elementi alcalinizzanti,cioè impoverisce le ossa .

2) un ambiente tendenzialmente e costantemente acido è la premessa per l’insediamento di ogni tipo di microrganismo patogeno.

La presenza di elementi acidi nell’organismo può essere considerata normale finchè non oltrepassa la capacità del corpo di utilizzare e neutralizzare tali sostanze. La condizione acida dell’organismo può indebolire l’attività del sistema immunitario e può promuovere infezioni ripetute e persistenti negli organi più danneggiati dall’accumulo di queste sostanze acide.
Eccesso di acidità = immunosoppressore + mezzo di coltura e proliferazione di batteri e virus

Ciò vale sia per il nostro corpo, tessuti e fluidi, che per ogni altro ambiente. Non a caso i pavimenti vengono efficacemente sterilizzati con “varechina”, cioè con ipoclorito di sodio; così anche per il lavaggio delle verdure è consigliata l’amuchina, ancora ipoclorito di sodio, meno concentrato, e via dicendo per la potabilizzazione negli acquedotti, nelle piscine, ecc. L’ipoclorito di sodio (la comune varechina) è una sostanza estremamente alcalina, cioè è l’opposto di acida, quindi detto in modo decisamente grossolano,”ammazza i microbi”.

Anche I nostri avi agricoltori sapevano molto bene che perfino un terreno coltivato troppo acido si infestava di più e rendeva meno, e sapevano come risolvere senza usare “medicine sintetiche”, fertilizzanti e correttori chimici come avviene oggi. Un vecchio saggio mi ha detto:”è inutile buttare insetticida in una pozzanghera marcia, domani sarà di nuovo marcia, serve ripulire la pozzanghera e il marcio se ne va altrove”. Il concetto è valido per il terreno, per gli animali, e anche per noi umani: ripulire la pozzanghera!

Mi sale acido dallo stomaco“. Può capitare a tutti talvolta di dover digerire un pasto pesante, e che il nostro organismo utilizzi quantità abbondanti di acido cloridrico con i noti fastidiosi effetti. Ma una alimentazione costantemente inadatta e acidificante, nel tempo innescherà certamente una condizione di acidosi “profonda”, nell’intestino, nei tessuti, nel sangue, con effetti dannosi che è molto meglio prevenire, perchè in un organismo troppo acido… abbiamo capito cosa accade.

A parte i casi di particolari intolleranze soggettive a singoli alimenti (che vanno identifcati e ridotti o eliminati, v. es. intolleranza al lattosio, o al glutine ecc.) è meno semplice  capire quali alimenti, acidi o no, siano acidificanti, e quando.

Un esempio su tutti: il pomodoro crudo sarebbe  alcalinizzante, ma cotto e assieme ai carboidrati, non lo è affatto! La meravigliosa e gustosissima pizza è una bomba acidificante, spesso “pesante”.  [Pomodoro cotto+ carboidrato pane] =acidificante + [latticini ] => digestione  acidificante.

Il circolo veramente perverso è che un organismo in acidosi mette in prima crisi proprio il sistema digerente (putrefazioni, gas, proliferazioni batteriche nocive) aggravando le normali capacità digestive, riducendo la capacità di assorbimento dei nutritivi utili, e aumentando … l’acidosi dell’intero organismo.  (vai dal medico e ti dà il maalox o gli inibitori di pompa protonica, tipo l’ omeprazolo, o gli antidiarroici: in troppi casi è solo insetticida nella pozzanghera marcia, risolvi solo i sintomi per brevi periodi ma non guarisci mai. Serve ripulire la pozzanghera)

Ripuliamo la pozzanghera! Aumentare verdura e frutta crude, alcalinizzanti;  diminuire pane, pasta, riso, carne, latte e latticini, acidificanti. E’ inoltre utile bere molta acqua a PH idoneo e residui bassi.  

CIBI ACIDIFICANTI
carni e derivati (bianche o rosse) , Viscere o interiore di animali , Leguminose secche: fagioli,piselli,lenticchie,ceci,soja etc., Latticini: formaggi, formaggi fusi, latte, burro, caglio, panna.  Cioccolata e derivati , Arachidi e derivati , Noci e derivati , Bibite alcoliche, molte bibite analcoliche frizzanti (coca cola), Spinaci,indivia,rapanelli,melanzane, rape rosse. Frutta acida mescolata con carboidrati (per esempio: torte o zucchero con frutta fresca acida, gelato con macedonia di frutta acida), Grassi in genere, Cereali: mais, avena, grano etc., uova e derivati.

CIBI ALCALINIZZANTI
Verdura: principalmente cruda nei centrifugati o nelle insalate. Frutta dolce: principalmente cruda e non frullata. Frutta acida (lontana dai carboidrati) . Yogurt magro fresco, Miele. Fibre solubili ed insolubili. Melassa di canna da zucchero

Una dieta che associ il mangiare frutta acida assieme a carboidrati, produce come effetto l’acidificazione di un determinato tessuto.  Associando frutta dolce agli stessi carboidrati, non abbiamo questo effetto indesiderato. Pertanto è importante distinguere esattamente un tipo di frutta dall’altro.

Tabella degli Alimenti e relativo effetto
n.b. il principio corretto è ridurre e compensare, non eliminare.

Cibi Acidificanti

Cibi Alcalinizzanti

 Frutta acida

- Prugna - Arancia – Clementina – Mandarino – Limone – Pompelmo- Ananas – Ribes – Melograno -Ananas – Prugna fresca – Mela verde – Limone – Uva verde -   – Fragola – Ribes -  Kiwi -  Maracuja – Mango -   Guava – Acerola.

Frutta semi-acida 

  - Fragola – Pomodoro – Albicocca – Mela – Pera
– Pesca – Uva – Ciliegia

Frutta dolce

   Anguria, Melone,Uva rossa,Mela rossa  (da consumare da soli) – Banana -Cachi -  Pera – Lima – Pesca – Cocco verde – Papaya – Avocado,

Frutta secca  

- Prugna - Albicocca – Pera – Mela – Uva – Fico – Banana
Frutta neutra
  - Melone – Anguria
Frutta oleosa
- Noce secca – Nocciola – Arachidi – Pistacchio – Anacardo – Pinoli – semi di zucca e altri - Mandorla
Verdura Poco amidacea
- Acetosa – Porro - Asparago – Zucchino – Broccoli – Cardo – Fungo – Cicoria – Cavolo – Cipollina – Zucca – Cetriolo – Crescione – Indivia – Spinacio – Fagiolino – Lattuga – Valerianella  – Ravanelli – Rabarbaro – Scarola
Verdura Mediamente amidacea
- Scalogno -  - Cipolla – Carciofo – Barbabietola – Carota – Sedanorapa – Cavolini di Bruxelles – Rapa – Pastinaca
 - Prezzemolo – Tarassaco – Rutabaga
 - Sassefrica – Piselli freschi

Molto amidacea

  - Castagna – Patata – Topinambur

Cereali

- Avena – Grano integrale – Mais – Orzo completo (mondo) – Riso integrale – Grano saraceno – Segale – Farro – Farine – Pane – Pasta  
Legumi secchi
- Fave – Fagioli – Lenticchie – Piselli – Soia – Ceci  
Proteine Animali
- Uova (albume) – Latte di mucca- Formaggio semi stagionato – Formaggio stagionato – Carne rossa – Carne bianca – Pollame – Pesce e crostacei - Uova (tuorlo) – Cagliate di latte – Latte umano -Yogurt - Formaggio fresco  (piccole quantità)
Lipidi (grassi)
- Burro – Panna fresca – Olio di semi – Grassi animali - Avocado
– Oliva
Alimenti vari
- Alcolici – Cacao – Condimenti – Caffè – Spezie – Prodotti da forno di pasticceria – Zucchero
– Pizza
 

 

Un buon sistema per verificare le proprie curve di acidità quotidiana è di acquistare in farmacia le cartine tornasole per misurare il ph urinario.

Per misurare quanto una sostanza è acida o alcalina si usa una scala di valori a cui viene dato il nome di “pH”.
Nel campo medico, il pH viene utilizzato per misurare il liquidi organici ed in particolare il sangue, la saliva e l’urina. Questi liquidi vengono definiti:
acidi, quando il pH è compreso tra 0 e 7,06,
neutri, quando il pH è uguale a 7,07,
basici o alcalini, quando il pH è compreso tra 7,08 e 14,14.
Pertanto, più basso è il pH e più è acida la sostanza in esame.

Per alcalinizzare rapidamente si può utilizzare l’idrossido di magnesio, purchè sotto attento controllo medico.
Si tratta di una “stampella”, che aiuta in una situazione d’urgenza, ma non della soluzione. Bisogna però fare molta attenzione al sovraccarico renale, che questa sostanza comporta. Quindi non è utilizzabile qualora il funzionamento del sistema renale sia già compromesso, oltre una determinata soglia che sarà valutata dal medico.

(n.b. l’articolo non è stato scritto da un medico, riassume ricerche ed esperienze personali)

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppGoogle+

4 comments to Acidificare = Acidosi = malattia, alcalinizzare = pulizia = salute.

  • Sara

    salve, ho notato che porro e cipolla sono stati inseriti tra i cibi acidificanti… secondo quale criterio?
    la cipolla viene aggiunta al pomodoro quando viene cotto, appunto per alcalinizzare l'alimento, e anche la cipolla cruda ha un effetto alcalinizzante nel sangue.
    Ogni volta che mangio qualcosa di troppo acido, e sento il mio corpo che si indebolisce, la digestione difficile, fastidio al naso o alla gola, febbre che sale, principio di nausea o addirittura tutte queste cose insieme, e mangio una cipolla cruda, se lo faccio per tempo tutti questi sintomi svaniscono… come si può dire che un alimento dagli immediati effetti benefici sia acidificante?

    allora mi chiedo: la tabella è stata fatta misurando il ph dell'alimento, oppure misurando il ph di una persona dopo che ha mangiato quell'alimento, partendo da uno stato di equilibrio acido-base?
    Dopotutto anche il limone è acido, ma durante la digestione diventa un fortissimo alcalinizzante!
    Ho letto tantissimi articoli su questo argomento, oltre ad aver sperimentato la cosa sulla mia stessa pelle, e questa è in assoluto la prima volta che leggo una cosa simile!
    Addirittura, secondo delle tabelle la cipolla ha un effetto alcalinizzante addirittura superiore all'aglio!
    Quindimipongo la domanda: su quali paramentri è stata valutata acidificante la cipolla?

     

  • valter ottello

    non son mica tato daccordo sulla tabellona, principalmente il tutto viene interferito  col GRUPPO SNGUIGNO del  consumatore, inoltre, esistono variazioni  tra cotto  e crudo .. !! con gli AGRUMI ed i frutti  esotici  ci andrei decisamente  con ++ calma e  diffidenza …..inoltre… molti alimenti NON SINERGIZZANO tra di loro ….. se qualcuno ha dei dubbi, per loro, son sempre disponibile ……… anke a 4trokki ……..

  • Ci invii pure le sue opinioni / correzioni: le pubblicheremo!

Leave a Reply